Il progetto vuole essere l’espressione di un approccio globale alla Sostenibilità: trae dal luogo gli spunti per una nuova architettura, guarda alle esigenze presenti e future della persona, si lascia ispirare dalle opportunità delle nuove tecnologie costruttive e dai materiali trovando in esse la ragione della propria espressione.

"Lo studio dei caratteri tipologici friulani è base della riflessione progettuale, che ri-declina con linguaggio del tutto contemporaneo alcuni segni del luogo. murogeopietra ha permesso di attribuire al basamento, che sostiene il grande volume bianco aggettante del primo piano, i caratteri del luogo, in maniera efficiente e versatile. Nel cuore delle colline moreniche friulane, il modello Morenico ha infatti restituito l’aspetto tipico dei muri locali del passato. La posa della pietra, nella scelta della pezzatura, della sua collocazione e del rapporto tra elementi e fughe, è stata particolarmente curata per richiamare sia la logica “tettonica” con la differenziazione dei “corsi” dallo zoccolo all’elevazione, sia il carattere disomogeneo della posa spontanea. Bianco, pietra e cielo sono, tutti assieme, protagonisti”. Arch. Margherita Mattiussi

La villa è costruita in bioedilizia e certificata Classe A+ secondo il protocollo VEA per i criteri di risparmio energetico e ambientale. È stata realizzata interamente in legno da Domus GAIA, l’azienda friulana che si distingue per l’impiego di materiali naturali, certificati e completamente riciclabili. Murogeopietra è stato proposto con il suo sistema integrato e garantito che si adatta a moltissimi supporti, come i nuovi sistemi a secco e in legno, garantendo l’inalterabilità delle caratteristiche tecniche dei materiali nel tempo.

 

Nell’articolo è stato presentato murogeopietra mod. a richiesta - Profilo Spontaneo

 

Ti è piaciuto questo Case History?
Condividilo

Possiamo aiutarti? Chiama lo 0365.331411 oppure  compila il form