Un sogno d'infanzia diventa realtà

/ / / /
Un sogno d'infanzia diventa realtà

Inseguendo la felicità dei salti nel fieno fatti da bambino l’architetto Stefan Rier cura la ricostruzione di una storica dimora del centro di Siusi allo Sciliar in provincia di Bolzano.

L’architettura richiama quella tipica dei masi di montagna, con una solida base in pietra e una struttura in legno che si erge per tre piani sopra la base racchiudendo finestre e balconi. Fattori molto diversi, emozionali e strutturali, si mescolano nel progetto architettonico di questa residenza.
Tradizione e sobrietà degli esterni custodiscono la parte più privata e intima della casa. L’involucro esterno, il vestito più tradizionale della casa, dialoga con il centro storico rispettando l’architettura rurale, l’interno trasgredisce ogni regola progettuale, veste i colori della fantasia per esprimere la personalità di chi lo vive. È qui il punto di partenza, esprime l’aderenza al terreno, le radici dalle quali prende forma l’eterea struttura in legno di tre piani.

Scuro e massiccio il basamento in pietra del primo piano è realizzato con il modello BLUMONE, dalla forma frastagliata e allungata tipica del luogo. Murogeopietra riveste il sistema di isolamento termico proteggendo la costruzione da shock termici, dovuti a repentini cambiamenti atmosferici. Collaudato al gelo e ampiamente testato ai climi più diversi, grazie all'ottima traspirabilità, assicura il massimo confort abitativo.

Ironico e fantastico l’interno è un vero gioco di affacci e di variazioni di livelli. Le zone private sono situate in cubi sospesi nello spazio libero che si ispira alla ‘piazza’ centro di scambi e connessioni. Dal soggiorno a tutta altezza lo sguardo attraversa 12 metri di viste e intersezioni fino alle travi del tetto!

NOA trascrive in architettura le infinite storie della casa per questo ascolta, si prende il tempo per comprendere il luogo, percepirne l’atmosfera, coinvolgersi nelle circostanze locali per poi iniziare a pensare, pianificare e progettare.

Con Messner Haus è finalista del World Architecture Festival 2018, il premio internazionale arrivato all’undicesima edizione che quest’anno si terrà ad Amsterdam.

In questo articolo: murogeopietra modello BLUMONE

Arch. Stefan Rier - Arch. Lukas Rungger

Lo studio NOA fondato da Stefan Rier e Lukas Rungger a Bolzano connette ispirazioni internazionali e identità locale. Già nel nome, acronimo di network of architecture, gli architetti descrivono il loro concetto fondamentale: la collaborazione. Lo studio NOA è una rete di creativi aperti al dialogo e alla sperimentazione. Un team interdisciplinare che non progetta solo edifici ma sviluppa delle storie, il risultato è un appassionato lavoro di regia.

https://www.noa.network